Disilicato di Litio VS Zirconia

Iniziamo col dire cos’è l’uno ,cos’è l’altro.

Disilicato di Litio:

Il Disilicato di Litio è una vetroceramica rinforzata con sali di Litio.

Tale struttura in genere viene ricoperta da una ceramica a base di Fluoroapatite che dona al restauro un’aspetto assolutamente naturale.E’ esattamente questo il punto di forza del suddetto materiale,la possibilità di coniugare un’estetica superlativa ad una struttura molto resistente e quindi durevole nel tempo.Peculiare è la caratteristica dell’ opalescenza. Infatti, proprio come avviene in natura nelle pietre di opale, si lascia attraversare dalla luce senza conferire riflessi innaturali.Questo effetto visivo,nel Disilicato è dato dalla presenza del Litio e viene preservato dalla possibilità di utilizzare per la cementazione compositi trasparenti che non influiscono nel comportamento fotodinamico.Questi restauri cosmetici sono meccanicamente molto resistenti ( 400 MPa).Cio deriva essenzialmente da due fattori.Il primo è la presenza dei sali di Litio che conferisce alla ceramica una robustezza elevata.Il secondo è che il Disilicato viene cementato adesivamente divenendo un tutt’uno col dente sottostante.

Zirconia o Biossido Di Zirconio:

Lo Zircone (ZrSiO4) è un minerale appartenente alla classe dei silicati.La Zirconia o Biossido Di Zirconio (ZrO2) è un composto dell’elemento Zircone esistente in natura stabilizzato con Ittrio e arricchito con Alluminia comporta delle caratteristiche positive, quali resistenza alla flessione(>1400 MPa*) e durezza (1200 HV*).

Viene anch’ esso ricoperto da ceramiche a base di Fluoroapatite e consente di realizzare protesi fisse in grado di assicurare livelli ottimali di robustezza ed estetica.La differenza sostanziale rispetto al materiale precedente sta nella assoluta opacita’ di fondo,cioè nella incapacità della luce di attraversarlo.Questa capacità puo’ altresì essere sfruttata per mascherare strutture scure sottostanti.Inoltre è assolutamente indicato nelle ricostruzioni di ponti estesi soprattutto nelle regioni posteriori dove il carico masticatorio richiede una strutturura altamente performante.

Quando L’uno e quando l’altro:

Consiglierei il primo per tutte le corone singole sia posteriori che anteriori avendo cura di scegliere il grezzo con una opacità/traslucenza adatto al caso specifico,Userei  la Zirconia nelle lavorazioni che prevedono una struttura estesa.(ponti, Toronto Bridge,barre etc)

 

 

 

 

18 pensieri su “Disilicato di Litio VS Zirconia

  1. Più che un commento,se possibile,vorrei sapere come prima esperienza,dovendo fare,un disilicato,su 46,colore A3 vita ( preciso al campionario ) se è meglio modellarlo totalmente,o rimanere al di sotto di tale modellato e aggiugere in seguito dopo prova,ceramica completativa? vi ringrazio vivamente,collega FRANCO

    • Caro collega,
      inizialmente mi sono posto la tua stessa domanda.Ho iniziato pressando solo la cappetta per poi stratificare la ceramica sopra,devo dire che il risultato è stato ottimo.Tieni presente che essendo un 46 fossi in te farei una cappa robustina.Ultimamente ho cominciato a fare i monolitici,nel caso di anteriori li stratifico parzialmente (tipo cut back),per i posteriori li pitturo e ti assicuro il risultato è ottimo.Tieni sempre presente il colore del moncone per la scelta del grezzo.
      Chiamami pure al telefono sarò lieto di aiutarti a chiarire i tuoi dubbi 0429/98.604.
      Andrea Costantini

  2. Salve,

    ho da poco messo una corona in disilicato su un incisivo centrale superiore devitalizzato, appena messa non ho avvertito alcun fastidio, dopo un mese abbondante sto invece accusando dei fastidi nella parte interna , in apice, zona cingolo per capirci meglio. I contatti sono perfetti ma avverto questo bozzetto con la lingua che mi da un fastidio tremendo, il mio dentista mi ha detto che è un punto di forza che tutte le corone hanno per salvaguardare l’integrità della stessa e che pur rifacendola il bozzetto sarebbe nuovamente presente, chiedo appunto… è questa la verità? oppure il disilicato può logorarsi e accentuare lo scalino che sto accusando? (inoltre bruxo)? tra l’altro non riesco a capire come mai prima non lo accusavo ed ora si pur non avendo subito scese e spostamenti vari.
    vi sarei grato se potesse darmi risposta.
    cordialmente
    Fabio

    • Caro Fabio
      come ben comprenderai è difficile capire a cosa ti riferisci.E’ pur vero che un minimo di spessore all’incirca uno 0.3/05 mm deve esserci per salvaguardare l’integrità strutturale.
      Non sono in grado di darti una risposta in quanto solo il tuo clinico di riferimento è l’unico deputato a farlo.Posso suppurre un leggero calo del margine gengivale che va a scoprire dettagli della corona che prima erano sommersi.Non credo che questa situazione sia destinata a peggiorare anzi col tempo la lingua non si accorgerà più del difetto.
      Il consiglio che posso darti è quello di parlarne col tuo dentista il quale saprà di certo darti delle risposte esaustive.
      Fammi sapere,resto a tua disposizione

  3. Ho due ponti da tre denti nell’arcata superiore frontale da rifare poiché sono stati fatti 20 anni fa ed ora i colletti si sono ritirati ho parlato con due dentisti ed ognuno mi proposto ponti con materiale diverso.
    premetto che i miei denti sono particolarmente scuri
    il primo mi ha proposto lo zirconio l’altro il disilicato non so cosa fare vorrei un parere

    • Gent. Anna:
      entrambi i materiali sono ottime soluzioni essendo quanto di meglio la tecnologia ci offre in questo momento.
      Se il professionista è un buon professionista,sarà in grado di offrirti un’ottimo risultato con entrambi.
      Personalmente ho un debole per il disilicato,mi ha dato molte soddisfazioni.Il colore dei monconi sottostanti è ininfluente,nel senso che sarà cura del clinico indicarlo al tecnico il quale sceglierà il tipo di disilicato opportuno.In commercio ci sono “low translucency”,”medium translucency”,”high translucency”-“medium opacity”-“high opacity” questi ultimi usati per schermare monconi metallici o scurissimi.
      Non ti resta che affidarti alle mani del professionista.Ricorda bene,nessuno ti obbliga ad accettare un lavoro che non ti soddisfa.

      N.B. l’unica controindicazione del disilicato è la lunghezza del ponte e della travata(la parte sospesa dove mancano i denti).
      Spero di averti aiutato se hai bisogno di ulteriori informazioni tecniche scrivi una mail .
      buona giornata
      info@labcostantini.it

  4. Salve
    Ho tolto delle capsule messe 14 anni fa sui denti davanti, i monconi sotto sono scuri il dentista mi ha messo 6 capsule in disilicato, all’inizio sembravano apposto ma poi ho visto che sono molto scuri. Adesso per cambiarli lui li vuole rifare in disilicato di nuovo. La mia domanda è non sarebbe opportuno mettere le capsule in zirconio ? Almeno comprono i monconi scuri. E possibile che il disilicato copra bene i miei monconi scuri?
    Grazie

    • Gent.Mariana:
      la risposta è certo che si.
      Devi sapere che sono disponibili diverse tipologie di colorazione ed opacità pensate proprio per venire incontro alle esigenze cliniche.
      Per coprire i monconi scuri o per lavori su impianti dove il moncone è metallico si usa un disilicato con opacità alta.
      Il consiglio che ti posso dare è quello di guardarle bene prima della cementazione(meglio alla luce naturale non diretta del sole o della lampada).Affidati al tuo clinico,tra l’altro smontandoteli e rifacendoteli mi sembra dal comportamento del tutto onesto e deontologico.
      Buona giornata
      Andrea.C.

  5. Ho un agenesia dell’ incisivo laterale superiore,
    il dentista al quale mi sono rivolta vuole esegiure un impianto in titanio con corona in zirconio.
    non sarebbe invece meglio una corona in dissilicato visto che costa anche meno ?
    Ho anche un edentulismo del 15 e anche qui mi vuole fare un impianto in titanio con corona in zirconio.
    Volevo propporre al dentista di risolvere il problema del 15 anzichè con un impianto con un ponte visto che i denti adiacenti il 14 da un lato e il 16, 17 e 18 dall’ alro sono un pò malandati e quindi si pssono sacrificare per creare i pilstri del ponte. In questo caso secondo te si potrbbe usare il dissilicato anzichè lo zirconio ?
    Insomma nel preventivo che è stato elaborato dal mio dentista compare solo zirconio . Cosa ne pensi ? grazie mille Rosy

    • gentile Rosy,
      mi dispiace contraddirti ma non è vero che il disilicato di litio costa meno dello zirconio.Ricordiamoci sempre che lo zirconio resta pur sempre un prodotto ottimo e sempre in evoluzione .(sono in commercio ad oggi zirconi stratificati e traslucenti).Per i ponti posteriori ,come scrissi nell’articolo è da preferire a mio avviso una struttura in zirconio molto più dura e resistente in grado di sopportare elevati carichi masticatori.L’unico consiglio che mi sento di farti è quello di fidarti del tuo dentista e delle sue scelte cliniche,solo lui conoscendo la tua storia clinica è in grado di decidere cosa è meglio per te.
      Comunque io resto sempre dell’avviso che se hai dubbi domande è tuo diritto rivolgergliele, vedrai che saprà risponderti con competenza.
      a tua disposizione
      Andrea

  6. Buongiorno a tutti, ho deciso di mettere una capsula sul centrale superiore, da oltre 20 anni oggetto di periodici restauri. Il mio dentista opta per una corona ceramica-metallo. Il risultato finale non mi ha soddisfatto per niente. L’effetto-finto è parecchio visibile. il dentista decide di rifarmela, con una di ceramica totale, che mi metterà dopo il ponte natalizio. Sono non poco a disagio, temo di non riavere più l’estetica di prima, quando il dente, seppur abbondantemente ricostruito, aveva fattezze ed estetica del tutto simile agli altri incisivi. Posso sperare in un risultato, per estetica e robustezza, eccellente al 100%. Il disilicato di litio e la zirconia sono meglio della ceramica totale….) Grazie della gradita risposta. Buone feste

    • Buongiorno,mi scuso del ritardo della risposta.
      Normalmente oggi con ceramica integrale si intende un disilicato,la parola stessa ci suggerisce derivi dal silicio e quindi un tipo di vetro-ceramica.
      Anni fa si usavano altri tipi di materiali ma che comunque avevano la stessa origine(più o meno).
      Quindi,fossi in te starei abbastanza tranquillo vedrai che il risultato ti soddisferà.
      ciao e grazie per la tua domanda.
      Andrea C

  7. buongiorno, sto affrontando un lavoro molto impegnativo sia dal punto di vista dell’estetica sia dal punto di vista della spesa, ho 8 impianti sopra e sotto e un circolare sopra e sotto, in tutto 26 denti, spesa 9900 euro, chiaramente in nero perchè altrimenti avrei dovuto spendere di più, ma il punto è questo, che garanzia ho che il ponte è stato fatto come da preventivo in ceramica e zirconio? non mi è stato ancora messo il definitivo, ho accennato al dentista se potevo avere la certificazione dei materiali (per gli impianti la certificazione mi è stata data) ma ho notato una “perplessità” alla mia richiesta….insomma…che fare? insisto? sarebbe meglio chiedere fattura per acere più tutele? grazie

    • Elisa:
      Capisco le tue perplessità ma la risposta è ovvia.
      Richiedi la fattura e contestualmente tutte le certificazioni di conformità del lavoro.Magari prova a discutere anche una modalità di pagamento a rate.So che di certo ogni studio è convenzionato con qualche società che fornisce credito a tassi bassissimi.Penso che sicuramente il tuo professionista di riferimento saprà dirimere ogni tuo dubbio e ti consiglierà la soluzione più adatta.
      A disposizione
      Andrea C

  8. Buongiorno.
    Mi hanno rifatto gli incisivi centrali superiori in disilicato di litio su denti devitalizzati. Dopo 6 mesi però si è iniziato a vedere un bordino scuro su uno dei denti che è stato devitalizzato appena prima dell’intervento con il disilicato.
    Ora, a distanza di un anno, vorrebbero rifarmeli entrambi in zirconio per evitare che si veda il bordino nero. Lei dice che si può usare il disilicato con diverse opacità. Vorrei capire la sua opinione su degli incisivi fatti in zirconio, se è meglio o peggio nel senso che potrebbe vedersi.
    grazie.

    • Allora:
      si, esistono diversi gradi di opacità del disilicato, appunto per nascondere eventuali strutture sottostanti decolorate.
      L’Ossido di Zirconio è assolutamente schermante(la luce non lo attraversa del tutto) quindi maschera totalmente il moncone anche se molto scuro.
      Il punto è che se un lavoro è ben eseguito può essere fatto sia con una tecnica sia con l’altra. Si affidi al suo Odontoiatra e vedrà che il risultato sarà comunque apprezzabile.
      A.C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *